FOCUS CICLISMO

Appuntamento da non perdere dal 14 al 16 maggio. Si inizia domenica 14 con la 55ma Coppa S. Michele di ciclismo. 200 corridori juniores si daranno battaglia per le strade del comprensorio;  il nostro invito è di essere presenti fisicamente prima, durante e dopo lo spettacolo. Il 15 maggio avremo ospiti importanti del mondo del ciclismo e cercheremo di organizzare qualcosa di interessante. Martedì 16 poi l’apoteosi; la centesima edizione del Giro D’Italia con la crono Foligno – Montefalco, passerà a Cave come premio al paese per quello che ha fatto per il ciclismo. Ci vedranno in tutto il mondo, per tutta la giornata ed entreremo nella storia del ciclismo per sempre. Il paese dovrà essere un quadro rosa; bandierine, palloncini, striscioni, coreografie particolari e tante altre idee che insieme a voi svilupperemo a breve. Serve il contributo sotto varie forme e la collaborazione di tutti perché la festa è di tutti. Vi aspettiamo sin da subito.

Ivano Mancini

TUTTI INSIEME PER IL FUOCO DI SAN GIUSEPPE

Domenica 6 marzo, grande successo del pranzo organizzato dalla Pro Loco con fagiolata e cacciagione. Presente il Sindaco di Foligno, il vice sindaco, alcuni  assessori e consiglieri comunali, giornalisti oltre naturalmente a tanti amici di Cave e non solo.  Oltre120 partecipanti per quest’appuntamento che si è svolto proprio a Cave, definita dalla stampa, la capitale dei fagioli.

Archiviato questo evento, già si pensa al prossimo; sabato 18 marzo dalle ore 19.30 tutti insieme per il fuoco di San Giuseppe; a seguire momento conviviale offerto dalla Pro Loco e frittelle offerte dalle nostre donne.

Nell’ultima riunione del consiglio direttivo, tante sono state le idee ed i progetti lanciati dai vari gruppi di lavoro: i giorni 2-3-4 giugno raduno di auto d’epoca con oltre 100 partecipanti; domenica 3 dicembre  festa paesana con gara di ciclocross e “andar per borghi” con stands gastronomici nel centro storico, mostre, spettacoli ed attrazioni per i piccoli. Cercheremo di utilizzare il campo sportivo al meglio per i bambini, collaborando con il C.S.I.

Inoltre, stiamo sistemando la recinzione lato strada dell’impianto sportivo affinché tutto si svolga in sicurezza, sistemeremo anche le aiuole sugli incroci. Per quanto riguarda il circolo, metteremo in campo tutti gli accorgimenti necessari affinché ci sia spazio per tutti nel rispetto delle regole e del vivere civile ed a tale scopo, verrà installato un impianto di videosorveglianza all’interno del circolo stesso.

Un giorno poi, non sappiamo quando, pubblicheremo un libro, sarà la storia di Cave; storie, aneddoti, ricordi, foto. La storia di Cave raccontata da chi ha contribuito a fare la storia del nostro paese. Un giorno, non sappiamo quando, lo faremo.

Ivano Mancini

UN SALUTO DA LONDRA!

Come ogni anno è in arrivo l’amato evento del nostro paese, anche quest’anno ottobre accoglie l’arrivo della Sagra del Fagiolo.
Ciò che mi ha sempre attratto di questa festa paesana è l’atmosfera gioiosa che tutti hanno nel darsi da fare per la sua riuscita, per la quale a conti fatti non tutti vedono i risultati. Credo che una manifestazione come la nostra offra molto di più che un guadagno materiale.

Grazie a questa sagra siamo cresciuti con la mentalità che fare qualcosa di utile per la comunità ripaga più lo spirito che la tasca. Fin da bambini lottavamo per avere il posto da cameriere o per essere in prima linea alla pesca di beneficenza, senza chiedere nulla in cambio. Fieri abbiamo portato amici e parenti lontani ad assaggiare i piatti tipici della sagra, per far provare a tutti il nostro prodotto, finalmente riconosciuto come prodotto tipico umbro e dotato di marchio.

Non abbiamo ottenuto guadagni personali e per avere dei traguardi a livello regionale abbiamo faticato molto, ma questo a mio avviso la dice molto lunga sullo spirito di una comunità che a differenza di altre, nel tempo ha saputo non solo portare avanti le sue tradizioni ma crearne di nuove. Non smetterò mai di credere che la forza degli eventi organizzati dalla nostra Pro Loco si trova nelle persone e nella volontà di esse di dare, senza aspettarsi nulla in cambio. Forse l’unica nostra speranza è quella di ricordare e di farsi ricordare in futuro.

Sfortunatamente questo anno io, come tanti altri giovani di Cave, non potremo essere presenti, ma non mancherò di divulgare la nostra passione per la sagra anche all’estero, e chissà che un giorno non si possa esportare il nostro “fagiolo” anche all’estero.

Un calorosissimo saluto da Londra.

Guilia Tozzi